Allo stato Puro. In strada e in galleria…

AlePuro1Puro” è il nome d’arte che si è scelto ai tempi dei graffiti e delle Tag, preso a prestito dai sigari cubani che fumava suo padre: i “Puros”, appunto. Ma “puro” è anche il tratto che caratterizza le sue opere dopo il passaggio alla street art. E puri sono i personaggi che animano il suo mondo sognante. Ecco allora che il gioco di parole nel titolo della personale ospitata da Square 23, è quasi obbligatorio: “Allo stato Puro. Le opere di Ale Puro”.

Una bimba impugna una bacchetta magica cercando invano di trasformare una zucca, un’altra gioca con una girandola e cinque pupazzi occupano lo spazio di via San Massimo 45. Ma i personaggi di Ale Puro non si fanno rinchiudere in galleria e così le vetrine dei negozi vicini sono diventate un’estensione della mostra, aperta fino al 24 ottobre.

(recensione da La Stampa del 01.10.2013)

Un po’ di immagini… in strada e in galleria: