Non solo Olimpiadi

Col nuovo millennio, Torino registra un’esplosione di eventi e appuntamenti dedicati alla street art.

Nel 1999 inaugura “Murarte”; nel 2002 è la volta di “Street Attitudes” – la convention internazionale di graffiti che ha portato sotto la Mole in sei edizioni oltre 300 writers a dipingere muri per una superficie superiore ad un campo da calcio –; nel 2006 debutta “Rewriting”, progetto mirato a dare visibilità al fenomeno graffiti/street art, nato da un’idea di Roberto Tos, del Circolo Culturale Amantes, sbocciata quasi per caso, proprio a ridosso dei XX Giochi olimpici invernali di Torino.

Per vedere coi propri occhi com’è andata la V edizione di Rewriting basta cliccare qui, qui e qui (video realizzato da Davide Fasolo).