Street Art View

Mappare la street art è come provare a svuotare il mare con un bicchiere.

Le opere spuntano all’improvviso, nell’arco di una notte, e altrettanto repentinamente svaniscono  per il logorio del tempo o per l’intervento di un Graffiti Busters.

Ciò nonostante è indubbiamente affascinante l’idea di tracciare un percorso di “visita” per le strade e le piazze delle città, trasformate dagli interventi degli street artist in gallerie a cielo aperto.

Ci abbiamo provato – ci stiamo provando – con Street ArTO. Ci hanno provato col festival PicTurin (operazione più semplice vista l’imponenza delle opere e considerato che sono state realizzate col consenso dell’amministrazione cittadina) e vari gruppi online attraverso Google map, Flickr o affini.

La formula più semplice prevede di segnalare sulle mappe di Google i punti in cui si trovano le opere e corredare la segnalazione con un’immagine dell’opera stessa.

Recentemente RedBull, in collaborazione con Google, ha dato vita a streetartview.com, un sito che si propone l’ambizioso obiettivo di segnalare su una mappa geotaggata la street art “all over the globe”, utilizzando street view. Cliccando sull’opera prescelta (dopo aver scelto continente, nazione e città) si passa dalla mappa a street view e si può ammirare l’opera come se si fosse lì.

L’unico inconveniente sono i tempi di aggiornamento di street view. Si possono ammirare e aggiungere solo opere di almeno sei mesi prima (lo stesso discorso vale per quando vengono rimosse, con un ulteriore interrogativo: si può riuscire a monitorare le “cancellazioni” in modo da attualizzare la mappa?). A Torino, per esempio, mancano ad oggi tutte le opere del festival PicTurin, che si è svolto sul finire del 2010…

Insomma, bella idea, ma anche RedBull e Google devono sottostare all’effimera transitorietà della street art.

Annunci

Torino Street Gallery

Torino è una galleria d’arte a cielo aperto, con opere che hanno un carattere per lo più effimero.
Un po’ di curiosità e una consapevole distrazione dalla nostra strada segnata sono i requisiti migliori per scoprire quello che raccontano i muri della città.
Se però si vuole andare a colpo sicuro, tracciando una sorta di percorso guidato, tra vie, piazze, viali e muri di cinta, con questo post cerchiamo di venirvi in aiuto.

Sul sito di PicTurin è possibile trovare la mappatura dei lavori realizzati in occasione del Torino Mural Art Festival.

Su Flickr il gruppo Torino Graffiti / Street Art offre a sua volta un percorso tra poster art, stencil, graffiti e installazioni, che sconfina anche nella prima cintura cittadina.

Infine, qui sotto, aggiungiamo un nostro contributo, per andare a caccia di “opere urbane”. La mappa sarà necessariamente in evoluzione, chiunque può contribuire ad arricchirla segnalando la presenza di “opere” (meglio se la segnalazione è corredata da fotografia e indirizzo completo) a Street ArTO.