About

Luca Indemini e Simona Savoldi

StreetArTO è un blog e un gruppo su Facebook.

Su Facebook, StreetArTO si propone come spazio aperto per raccogliere immagini, commenti, segnalazioni, appuntamenti, riflessioni legati alla street art torinese.

Il blog vuole provare a raccontare la street art sabauda. Le origini (o presunte tali), l’evoluzione, l’attualità, gli artisti, il rapporto col territorio e con le istituzioni.

L’idea alla base di entrambi può essere riassunta con le parole di Tiziano Terzani (non ce ne voglia): “Eppure se non c’è qualcuno che raccoglie una testimonianza, che ne scrive, qualcuno che fa una foto, che ne lascia traccia in un libro, è come se questi fatti non fossero mai avvenuti” [da “Un indovino mi disse“].

Verissimo. Più che mai parlando di street art. Necessariamente effimera e transitoria.

Contatti: streetarto@gmail.com

Annunci

Un pensiero riguardo “About

  1. La street art disegna il domani a Stazione Futuro: l’artista Antonio “Shades” Agee a Torino.

    Uno dei più grandi street artist a livello internazionale: Antonio “Shades” Agee sbarca direttamente da Detroit – la città americana per molti versi “gemella” di Torino – nello spazio di Stazione Futuro, la mostra di Esperienza Italia che è un viaggio verso l’Italia di domani, quella che saremo e vorremmo, attraverso le idee che già oggi sono sul territorio e che entreranno a far parte della nostra vita nei prossimi dieci anni.
    Agee, figlio di un musicista jazz, è nato e cresciuto a Detroit, la città dell’auto, e fa parte della comunità artistica Cass Corridor. A partire dagli anni Novanta si è fatto apprezzare negli States per i suoi murales giganteschi e non abusivi. Anzi, molti suoi lavori sono stati commissionati da grandi aziende private americane (come Chrysler, Universal Studios, The Movement Detroit e anche la FIAT per il lancio oltreoceano della 500).
    Il 6 aprile, dalle 11 alle 14, dopo i saluti dell’Assessore regionale alla cultura e di Joseph Grima, il direttore di Domus, il writer a stelle e strisce realizza un’opera di tre metri di larghezza per un metro e mezzo d’altezza ispirata al tema del futuro. Un’opera che diventerà parte integrante della mostra alle Officine Grandi Riparazioni, rimanendo visibile al pubblico fino alla chiusura di novembre.
    La mostra Stazione Futuro curata da Riccardo Luna, direttore di Wired Italia, si conferma così come spazio che vuole mostrare l’Italia che sarà, ma anche come luogo per la performance artistica: una sorta di città del futuro, il “muro” ideale per le creazioni di un grande street artist.

    Qui alcune immagini della performance di Shades: http://www.facebook.com/album.php?aid=39687&id=158992444142170

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...