Il “fiume” di Opiemme

Opiemme al Bunker
Dopo aver lasciato un corvo sulle pareti del Bunker – “The Raven” di Edgar Allan Poe – Opiemme stende un “Fiume di parole” per collegare Barca e Bertolla.
Si tratta di un intervento artistico sospeso tra street art e poesia, come nello stile dell’artista ligure, torinese d’adozione: una pittura poetica lungo i marciapiedi, che si estende per 7 chilometri di lunghezza di strada San Mauro e strada Settimo, a partire dal loro crocevia.
I testi spaziano da “La cognizione del dolore” di Carlo Emilio Gadda a Kahlil Gibran, da José Saramago a poeti meno celebri, come Giorgia Catalano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

SUB-UMANI nella Dora

945038_482262235186403_1578402481_nDopo aver portato a termine l'”attacco” ARACNO-TV-PHOBIA sui pali rossi di Parco Dora, lo scorso mese di aprile, Guerrilla Spam torna a colpire in città.

O meglio, sul fiume.

 

Fate un giro in Lungo Dora Firenze, all’altezza di via Montebello voltatevi verso la Mole e guardate in basso, a pelo dell’acqua… Con tanto di scafandro, troverete a guardarvi una coppi adi “SUB-UMANI“.

1009750_482345951844698_1160039585_n

1044315_482295458516414_820509185_nA breve dovrebbe anche comparire il video dell’azione notturna firmata Guerrilla Spam. Corde fatte di lenzuoli legati (come nelle migliori evasioni del cinema e dei fumetti) e calata da Lungo Dora Siena, approfittando della secca notturna.